Connettiti con i leader del marketing di alto livello. unisciti all'evento online di Boost ->

I migliori film Marvel, classificati dal peggiore al migliore

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Tabella dei contenuti

Nel maggio 2008, gli appena formati Marvel Studios hanno rilasciato il loro primo film e hanno cambiato il volto del cinema moderno. Iron Man non è stato nemmeno il film di supereroi con il maggior incasso dell’anno (Il Cavaliere Oscuro ha preso quella corona), ma è stato un nocciolo che è esploso in un gigante dell’intrattenimento che consuma tutto. Undici anni dopo, il Marvel Cinematic Universe è una rete tentacolare e interconnessa di film di personaggi precedentemente oscuri e di crossover che ha incassato miliardi al box office.

Ma quali film sono i migliori e i peggiori del gruppo? Iron Man 3 è meglio di Captain America: The Winter Soldier? Quanto è stato brutto L’incredibile Hulk? Abbiamo passato ore a discutere sui relativi meriti del Dottor Strange e di Captain Marvel e alla fine abbiamo ottenuto alcuni rapporti di lavoro irreparabilmente danneggiati e la classifica definitiva di ogni film del Marvel Cinematic Universe.

Nota correlata: ci vogliono poco più di due giorni per guardare tutti i 23 film back to back. La maggior parte di essi sono ora disponibili su Disney+ e puoi leggere la nostra guida ai migliori film su Disney Plus per vedere cos’altro vale la pena guardare.

  1. L’incredibile Hulk (2008)
    Il film dimenticato della Marvel ha seguito da vicino il successo di Iron Man, ma rispetto agli altri film della serie, è stato un flop critico e commerciale. Edward Norton ha fatto un ottimo lavoro come Bruce Banner, ma si dice che volesse più controllo creativo di quanto una rete di film strettamente collegati gli avrebbe permesso, e così è stato sostituito da Mark Ruffalo prima di Avengers Assemble quattro anni dopo. Il film sembra molto scuro e cupo rispetto alla luminosità degli sforzi successivi, e la CGI non è invecchiata bene. Ma soprattutto, il rifacimento di un attore così diverso significa anche che gli eventi di questo film sono stati in gran parte ignorati da allora – c’erano una serie di semi piantati che non hanno mai dato frutti, e la backstory emotiva di Banner e la relazione con Betty Ross (interpretata da Liv Tyler) non è mai più menzionata.

LEGGI TUTTO
La lotta per il futuro dello Studio Ghibli

La lotta per il futuro dello Studio Ghibli
Di WILL BEDINGFIELD

  1. Thor: The Dark World (2013)
    Una delle cose di cui ti rendi conto quando ti siedi e fai una classifica di tutti i 23 film del MCU è quanto pochi siano i fallimenti. Kevin Feige e colleghi hanno fatto un lavoro notevole nel produrre sette film su dieci piuttosto solidi e ci sono poche voci veramente brutte nella serie. Ma questo è uno di quelli. The Dark World è stato assediato da problemi all’inizio, con riscritture e cambi di regista, e la trama – con Elfi Oscuri, mostri di ghiaccio e una sostanza maligna chiamata Aether – sembra un po’ distante. È il film del MCU con il voto più basso su IMDB.
  2. Iron Man 3 (2013)
    L’ultima uscita da solista di Robert Downey Jr nei panni di Iron Man è la peggiore del gruppo, anche se è stata una lotta serrata. La trama ruota intorno al disordine da stress post-traumatico di Tony Stark sulla scia della battaglia di New York e lo vede affrontare il Mandarino, una figura misteriosa che si rivela essere un attore dissoluto in uno studio televisivo, interpretato con tutto il rispetto che merita quel colpo di scena da Ben Kingsley.
  3. Iron Man 2 (2010)
    È sempre un lavoro difficile cercare di seguire un successo iniziale. Iron Man 2 non è riuscito ad emulare il successo del suo predecessore. Il titolo vede Downey Jr rivedere il suo ruolo nella tuta metallica, ma piuttosto che offrire l’incertezza esplosiva del primo film si tratta più di regolamentazione. Il governo degli Stati Uniti vuole la tuta di Stark e passa troppo tempo a preoccuparsi di cosa succederà se la sua tecnologia cade nelle mani sbagliate. Passano così tanto tempo a tormentare Stark che una nuova minaccia emerge a loro insaputa – qualcosa che sarebbe improbabile con le vaste capacità di sorveglianza del paese.
  4. Doctor Strange (2016)
    Stephen Strange, neurochirurgo newyorkese motivato ma compiaciuto, ha la sua carriera sconvolta dopo che un incidente d’auto gli devasta le mani. Nel tentativo di riconquistare la sua destrezza perduta, Strange si reca in un monastero a Kathmandu, i cui mistici residenti si dice che abbiano imparato la stregoneria. Dopo aver incontrato il capo stregone del monastero, l’Antico, Strange dimentica le mani distrutte e si dedica ai libri antichi, esplorando il piano astrale e sparando raggi verdi dalle sue dita. L’apparizione di un cattivo trascendentale deciso a distruggere gli scudi magici che proteggono la Terra dai cattivi interdimensionali scatena battaglie magiche a bizzeffe. Questo gioiello visivamente geniale introduce Benedict Cumberbatch nel MCU, ma questo non è sufficiente per salvare il film da una bassa classifica.
  5. Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017)
    La seconda uscita di Star-Lord, Gamora, Groot e co va bene, va proprio bene. Non è esattamente uno dei film più brutti, ma il Vol. 2 soffre di essere una storia di supereroi con pochi numeri e con problemi di papà nello spazio. Sai quali. Mentre il divertimento del primo Guardians era esaltato dalla pura sorpresa per le vibrazioni emanate dallo schermo, il casting e la comicità, l’edizione del 2017 ha tentato più o meno le stesse mosse e non è riuscita ad atterrare. O la parte centrale. Ancora un film divertente da vedere ma, purtroppo, abbastanza prevedibile. Il mixtape Vol 2 è stato accreditato come una delle forze dietro il ritorno delle cassette, quindi c’è quello a cui aggrapparsi mentre aspettiamo il Vol 3 di James Gunn (Fase 4).

LEGGI TUTTO
I migliori film in uscita nel 2021

I migliori film in uscita nel 2021
Di WILL BEDINGFIELD E AMIT KATWALA

  1. Captain America: Il primo vendicatore (2011)
    Una storia d’amore dai toni seppiati, Il Primo Vendicatore segue la trasformazione di Steve Rogers da magro a super, con l’aiuto di un siero speciale. La sua ambientazione storica significa che è abbastanza diverso nel tono da molte delle altre voci della serie, ma forse questa è una buona cosa – i critici hanno lodato la sua rappresentazione degli anni ’40. Di tutti i film della serie, questo è forse il più coerente come film indipendente.

I nuovi film più eccitanti in uscita nel 2020

Film

I nuovi film più emozionanti in uscita nel 2020

  1. Avengers: Age of Ultron (2015)
    Una gioiosa accozzaglia di film in cui i Vendicatori iniziano a scattare davvero come una squadra. La routine di Stark, scienziato pazzo che gioca a fare il dio, va fuori controllo quando mescola i cimeli asgardiani con l’intelligenza artificiale e la robotica avanzata. La squadra finisce per dover combattere Ultron, un abominio in parte Terminator e in parte Skynet con alcuni progetti non sorprendenti sul futuro dell’umanità – cioè l’estinzione. Il fatto che Ultron, il robot cattivo, abbia un paio di supereroi disonesti che eseguono i suoi ordini fornisce un divertimento extra. Dopo che il mostro bot è stato distrutto e le canaglie sono state conquistate dall’altra parte, uno scorcio della faccia viola di Thanos ci ricorda che questo faceva probabilmente parte di una trama più ampia – ma d’altronde, non è tutto nel MCU parte di una trama più ampia?
  2. Captain America: Civil War (2016)
    Anche se il nome di Cap è sulla parte anteriore, Civil War sembra più una storia corale dei Vendicatori, con un enorme cast di personaggi divisi in fazioni rivali dagli accordi di Sokovia – controlli più stretti sui supereroi introdotti dopo che l’IA canaglia di Tony Stark ha fatto cadere un’intera città in Age of Ultron. Stark, intimorito dal suo ruolo nella creazione di Ultron, è dalla parte del governo con l’aiuto di Vedova Nera, Pantera Nera, Visione e Spider-Man), mentre Steve Rogers e la sua squadra (Ant-Man, Occhio di Falco, Wanda Maximoff – probabilmente non i favoriti sulla carta) si ribellano per rintracciare Helmut Zemo dell’Hydra e portare Bucky Barnes.
  3. Ant-Man e Wasp (2018)
    Il successo di Ant-Man ha scatenato un sequel inaspettato, che porta la serie ancora più in profondità nel regno dei quanti rispetto al primo film. La capacità dei personaggi del titolo di rimpicciolirsi e crescere su richiesta rende alcune scene di combattimento visivamente interessanti e porta avanti l’umorismo e la leggerezza del primo film, ma la trama effettiva – se la interroghi anche solo per un secondo – è profondamente sciocca, anche se forse è quello di cui tutti avevamo bisogno dopo lo scatto. Anche se è uscito dopo Infinity War, la maggior parte dell’azione si svolge prima, con l’eccezione di una splendida scena post-credits.

LEGGI TUTTO
Come Soul della Pixar cattura l’essenza dell’aldilà

Come l’Anima della Pixar cattura l’essenza dell’aldilà
Di AMIT KATWALA

  1. Thor (2011)
    Il Thor di Chris Hemsworth fornisce il sollievo comico in molti dei più recenti film del MCU, ma la sua prima iterazione – in questa storia guidata da Kenneth Branagh – aveva un’atmosfera molto più seria. All’inizio del film Thor è esiliato sulla Terra e ritenuto indegno di brandire il suo martello, che si è schiantato nel deserto del Nuovo Messico. Inizia una storia d’amore con l’astrofisica Dr Jane Foster (Natalie Portman), che è venuta per indagare. Il Loki di Tom Hiddleston ruba la scena, ma è tutto un po’ troppo serio.
  2. Captain America: Il Soldato d’Inverno (2014)
    Questo film sembrava vitale e importante quando è uscito, ma guardando indietro si fonde in una confusione generale di combattimenti ravvicinati e arti tagliati. Segue i tentativi di Capitan America di rintracciare il Soldato d’Inverno, un misterioso e potente assassino che si rivela essere il suo caro amico personale Bucky Barnes, che è stato convenientemente congelato per gran parte dei 70 anni precedenti e a cui è stato fatto il lavaggio del cervello dalla malvagia Hydra. Un Soldato d’Inverno riabilitato appare sia in Infinity War che in Endgame, e l’attore Sebastian Stan ha ancora qualche film sul suo contratto, quindi potrebbe valere la pena rivedere questo film come riferimento futuro.

Inizia una prova gratuita di 7 giorni di Disney+

  1. Avengers Assemble (2012)
    Grazie al MCU, i crossover sono diventati così frequenti che è facile dimenticare l’impatto di vedere Iron Man, Thor, Capitan America e un Hulk rifatto unire le forze nella battaglia di New York. Avengers Assemble, come è conosciuto nel Regno Unito, offre alcuni grandi momenti durante “La battaglia di New York”, che diventa un punto chiave della trama nella fase successiva della storia e in molte delle serie televisive spin-off. Il film non funzionerebbe senza la forza dei personaggi di supporto, tra cui la Vedova Nera di Scarlett Johanssen e l’Occhio di Falco di Jeremy Renner, ma è l’interpretazione più tranquilla e misurata di Mark Ruffalo di Banner che fornisce il momento migliore.
  2. Avengers: Infinity War (2018)
    Un decennio di attente briciole di pane piantate in decine di film che culminano in un finale strabiliante, notevole sia in termini di ambizione che di esecuzione. Infinity War ha riunito praticamente tutti i personaggi visti sullo schermo nei dieci anni precedenti per affrontare Thanos e fermare il suo piano per spazzare via metà della vita nell’universo. La battaglia tra le forze della Terra e un esercito alieno è stato un cinema stupefacente e il finale scioccante è stato uno dei più grandi momenti culturali dell’anno. Scatta!

LEGGI TUTTO
Wonder Woman 1984 è smielato, divertente e completamente condannato

Wonder Woman 1984 è smielato, divertente e completamente condannato
Di AMIT KATWALA

  1. Spider-Man: Far From Home (2019)
    La voce più recente – e la prima della “Fase Quattro” – segue Peter Parker mentre cerca di vivere una parvenza di una normale vita da adolescente dopo gli eventi traumatici di Avengers: Endgame. Ma una gita di classe in Europa e la possibilità di condividere i suoi veri sentimenti con MJ (Zendaya) va storta quando la Terra è assediata dagli ‘Elementali’ – esseri di puro fuoco, terra, aria e acqua – e Spider-Man è costretto a fare squadra con l’enigmatico Mysterio (Jake Gylenhaal) per proteggere i suoi compagni di classe e vari punti di riferimento europei.
  2. Avengers: Endgame (2019)
    C’è un momento nel film evento che conclude tutti i film evento in cui ti rendi conto che ciò che gli scrittori Stephen McFeely e Christopher Markus hanno fatto è andare in pieno Harry Potter e il Bambino Maledetto in tutto il MCU. Se la tua mente potesse vomitare un po’ in bocca, lo farebbe. Una volta che impari ad accettare questo – Hail Hydra! – e qualche altro, puoi ambientarti. Ok, una volta superati i primi 45 minuti di tristezza, puoi abituarti a: il saggio Stark, il professor Hulk, (il controverso) Thor il ciccione, il dottor Strange che alza un dito; Vedova Nera e Capitan Marvel che spaccano il culo, sia emotivamente che fisicamente, in modi ben segnalati ma piacevoli; letteralmente quasi tutti i personaggi che hai incontrato hanno un momento. È un passaggio di testimone disordinato ma epico sotto forma di una mega-battaglia angosciante alimentata dal portale. E non mentiremo, abbiamo guardato quei video di reazione del pubblico e anche loro sono una cosa di gioia.

Inizia una prova gratuita di 7 giorni di Disney+

  1. Capitan Marvel (2019)
    Il più grande errore della Marvel in tutto il cannone del MCU (finora) è stato quello di non commissionare prima Captain Marvel. Il film, che è ambientato nel passato, vede l’ascesa di Marvel mentre scopre la sua storia d’origine e sviluppa i suoi poteri. L’unico vero difetto del film è che non spiega in modo convincente cosa è successo alla Marvel tra la fine del titolo e quello che verrà anni dopo in Endgame.
  2. Iron Man (2008)
    Il primo titolo del MCU è ancora uno dei migliori. Uscito nel lontano 2008, Iron Man ha debuttato appena un anno dopo l’introduzione del primo iPhone. All’epoca Thanos era solo un piccolo pensiero nel più grande mondo del MCU. Nonostante la sua età, il titolo non è invecchiato terribilmente. La testardaggine e l’arroganza di Stark sono presenti in tutto il film e aumentano solo quando si libera dai suoi rapitori e crea la prima tuta metallica. Da lì, l’eredità di Stark è assicurata.

LEGGI TUTTO
Questo fisico mantiene la scienza nei film della Marvel accurata (più o meno)

Questo fisico mantiene la scienza nei film della Marvel accurata (più o meno)
Di TOM WARD

  1. Ant-Man (2015)
    Chi non ama i film di rapine? Il debutto di Paul Rudd nel MCU ha agito come una sorta di pulizia del palato dopo gli eventi pesanti e letteralmente sconvolgenti di Age of Ultron. Rudd interpreta Scott Lang, un criminale pentito che fa squadra con Hank Pym (Michael Douglas) e sua figlia (Evangeline Lily) per evitare che la tecnologia rimpicciolente di Pym cada nelle mani sbagliate. La rappresentazione della fisica quantistica del film non reggerebbe molto al CERN, ma è terribilmente divertente – anche grazie alla star di Michael Peña nel ruolo dell’ex compagno di cella di Lang, Luis.
  2. Spider-Man: Homecoming (2017)
    Il terzo tentativo di portare sugli schermi una nuova versione di Spider-Man in soli 15 anni, Spider-Man: Homecoming avrebbe potuto facilmente sembrare un po’ datato, ma il regista Jon Watts e il protagonista Tom Holland danno nuova vita al supereroe, facendo sentire Spidey moderno, fresco e davvero affascinante. L’introduzione di Iron Man di Downey Jr come personaggio chiave nella trama colloca il film piacevolmente nel più ampio Marvel Cinematic Universe senza sembrare pesante, e l’equilibrio tra le avventure piene d’azione dell’Uomo Ragno e il dramma quotidiano di Parker al liceo rende il personaggio più relazionabile delle precedenti iterazioni. C’è un sacco di fiammate e salvataggi, ma è l’umanità del film che brilla e lo spinge al primo posto della nostra lista.
  3. Pantera Nera (2018)
    Con Black Panther, il regista Ryan Coogler ha rotto lo stampo dei film di supereroi sotto molti aspetti, elevando il genere in modo tale che è riuscito a soddisfare sia i fan che la critica – al punto che è diventato il primo film di supereroi ad essere nominato agli Academy Awards come miglior film all’inizio di quest’anno. Fondamentalmente, tutto in questo film è semplicemente fantastico: il casting, i costumi, la trama, le interpretazioni. L’ambientazione della nazione segretamente tecnologicamente avanzata di Wakanda è una vera chicca cinematografica, e il T’Challa di Chadwick Boseman è accompagnato da un cattivo insolitamente tridimensionale nella forma del Killmonger di Michael B Jordan, la cui backstory dà da pensare al di là di una semplice narrazione ‘bene contro male’. Aggiungi più personaggi femminili che hanno ciascuno più sostanza dell’intero cast di molti film di supereroi messi insieme e Black Panther è l’esempio perfetto di quanto possa essere buono un film Marvel.
  4. Thor: Ragnarok (2017)
    Thor di Taika Waititi – come sarà conosciuto nei futuri circoli cinefili – è arrivato vicino al primo posto perché è, molto semplicemente, un capolavoro. Un capolavoro spaziale, day-glo, genlol-a-minute. Cambiando l’impertinenza Marvel, a volte irritante, e la formula di Thor che non funziona del tutto, con qualcosa di molto più imbarazzante e genuinamente strano, Ragnarok è postmoderno (ma non in modo sdolcinato) e di gran lunga il film Marvel più divertente fino ad oggi. La cattiva Hela di Cate Blanchett non ha le battute, certo, ma la Valchiria di Tessa Thompson è una delizia ubriaca e beh, poi c’è Jeff Goldblum. Ogni dettaglio della storia, della missione secondaria di Thor e Hulk e della difesa di Asgard, è stato meticolosamente messo insieme alla maniera di un film indipendente, tanto più impressionante se consideri che questo è un enorme film Disney.
  5. Guardiani della Galassia (2014)
    Dalla sua sequenza di apertura, dove lo Star-Lord di Chris Pratt danza attraverso una volta aliena abbandonata su un pianeta lontano a Come and Get Your Love, era chiaro che Guardiani della Galassia avrebbe portato qualcosa di veramente alieno nel MCU. Non era un fumetto molto conosciuto, ma il film ha fornito un’iniezione di umorismo e colore di cui c’era bisogno in una serie che rischiava di diventare un po’ troppo seria dopo gli eventi di The Winter Soldier. Con una colonna sonora di canzoni degli anni 70 e 80 e il carismatico Pratt alla guida di una banda di divertenti disadattati, è diventato immediatamente il preferito dei fan.

Altro da esplorare

Betfair ha ottenuto la licenza per operare in Colombia

A settembre 2021, saranno cinque anni e quattro mesi da quando il regolatore locale del gioco d’azzardo ha iniziato ad autorizzare operatori terzi ad offrire il gioco online all’interno del territorio colombiano. piattaforme come Betfair hanno 3,8 milioni di giocatori registrati nella nazione.