Connettiti con i leader del marketing di alto livello. unisciti all'evento online di Boost ->

Qual è la differenza tra un proxy e una VPN?

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Tabella dei contenuti

Definizione di Proxy e VPN
Sia le VPN che i proxy permettono un grado di privacy superiore a quello che potresti avere altrimenti, permettendoti di accedere ad internet in modo anonimo nascondendo il tuo IP in vari modi. Ma il modo in cui lo fanno è abbastanza diverso.

Un proxy agisce come un gateway – è ideale per funzioni di base come la navigazione web anonima e la gestione (o aggiramento) delle restrizioni sui contenuti. I server proxy eccellono nel mascherare l’IP e nel depistaggio, il che li rende buoni per la visualizzazione di contenuti geograficamente limitati. Permettono agli utenti di aggirare le restrizioni e il monitoraggio dei contenuti o di imporre restrizioni sui contenuti dei siti web – in modo da non poter accedere a certe pagine web durante l’orario di lavoro.

proxy vs vpn

Un client VPN sul tuo computer stabilisce un tunnel sicuro con il server VPN, sostituendo il routing del tuo ISP locale. Le connessioni VPN criptano e proteggono tutto il tuo traffico di rete, non solo le chiamate HTTP o SOCKS dal tuo browser come un server proxy.

Le VPN sono ottime quando hai bisogno di usare il WIFI in una caffetteria locale: usare una VPN invece del WIFI locale potenzialmente completamente non criptato aggiunge un altro livello di privacy – chi sa chi è in agguato su quella rete, seduto in un angolo a sorseggiare caffè e in attesa di rubare i dati della tua carta di credito?

Svantaggi dei proxy e delle VPN
Se stai usando i server proxy per mascherare la tua attività su Internet, potresti avere problemi di prestazioni che ti impediscono di trasmettere in streaming o scaricare quello che stai cercando di ottenere. Tempi di ping elevati e altro traffico sul server proxy possono causare un caricamento lento delle pagine web. Per questo motivo, alcuni utenti pagano per un server proxy privato che limita il numero di utenti che vi accedono, velocizzando le tue connessioni.

I proxy sono anche vulnerabili agli exploit di sicurezza: possono essere aperti agli attacchi, permettendo ai cattivi di infiltrarsi nelle reti o rubare dati privati. Alcuni proxy possono comunque tracciare (e memorizzare) le tue abitudini di navigazione, oltre a registrare nomi utente e password – rendendo nulla la promessa di anonimato.

Le VPN possono anche soffrire di problemi di prestazioni, a seconda della vicinanza al server VPN con cui ti stai connettendo. Le VPN utilizzano un client locale per creare la connessione al server VPN, quindi qualsiasi problema locale di CPU o di memoria rallenterà le connessioni. Le VPN sono tipicamente più costose da usare (e mantenere) di un server proxy e sono spesso più complesse da gestire.

Proprio come i server proxy, le VPN non possono garantire l’anonimato durante la navigazione. Nessuno di questi servizi cripterà sempre il tuo traffico fino al server web. Una VPN garantisce una connessione criptata end-to-end solo se usi il protocollo HTTPS quando vai ad un nuovo indirizzo web. I tuoi dati saranno criptati fino alla VPN, ma da quel punto in poi, potrebbero essere non criptati fino al server web. Per alcuni siti, questo può essere irrilevante: una pagina web di sole informazioni senza opzioni di login o di pagamento per esempio, ma per qualsiasi sito che richiede un login o pagamenti online – o qualsiasi dato sensibile – assicurati che il sito web sia abilitato ad utilizzare HTTPS. Ricorda, la S sta per moderatamente più sicuro.

Vantaggi dei proxy e delle VPN
Il più grande argomento per usare una VPN invece di un proxy è la crittografia totale di tutto il traffico che ottieni con la VPN. Dollaro per dollaro, una VPN è più sicura di un proxy dal prezzo simile. I fornitori VPN mantengono le loro reti e tu usi i loro indirizzi IP per le tue connessioni. I migliori fornitori di VPN pubblicizzano una politica senza log, il che significa che non hanno dati da fornire a nessuno sulle tue abitudini di navigazione.

Se sei un proprietario di un’azienda IT incaricato della sicurezza dei dati e degli utenti, ci sono vantaggi per entrambi, e probabilmente li hai entrambi configurati per la tua azienda. Per gli utenti in rete, potresti instradare il traffico attraverso un server proxy per registrare il traffico web, proteggere l’organizzazione da malware o altri attacchi e applicare una politica sui contenuti web.

Quando gli utenti operano fuori dall’ufficio, vorrai utilizzare una VPN per creare una connessione sicura per accedere alle risorse aziendali (e-mail, condivisioni interne, ecc.).

Proxy vs VPN: qual è quello giusto per me?
La privacy e la sicurezza sono importanti al giorno d’oggi, indipendentemente dal fatto che si tratti dei dati aziendali o dei tuoi dati personali che devi proteggere. Assicurati di investire tempo e denaro negli strumenti giusti per i tuoi obiettivi di sicurezza: sia i proxy che le VPN aggiungono un ulteriore livello di sicurezza e privacy ai tuoi dati.

Se vuoi permettere al tuo team di lavorare in remoto con un accesso sicuro alle risorse aziendali, imposta e mantieni un utente VPN per accedere alla rete con la VPN.

Se le tue preoccupazioni sono più su “quali siti web stanno visitando i miei utenti”, un server proxy è uno strumento migliore.

Per ottenere il massimo del guadagno (e per proteggere i tuoi dati come cittadino consapevole della sicurezza), iscriviti ad un servizio VPN ben considerato. Per la maggior parte, i servizi VPN ti permettono di utilizzare server in luoghi diversi per aggirare le restrizioni sui contenuti. Se hai bisogno di utilizzare occasionalmente un server proxy gratuito anche per questo scopo, sii consapevole dei rischi.

Se stai iniziando ad implementare la tua strategia di sicurezza dei dati a livello aziendale, ci sono vettori di attacco più complessi da considerare. Minacce interne, APT, escalation di account privilegiati – insieme al semplice vecchio social engineering – sono altrettanto pericolosi per i tuoi dati quanto un flusso di dati non criptato.

Né un proxy né una VPN ti proteggeranno dal 100% delle minacce alla sicurezza informatica che la tua azienda incontrerà: non fermeranno un insider dal rubare dati personali, un attacco ransomware o uno sforzo di infiltrazione coordinato.

Varonis Edge aggiunge la telemetria perimetrale all’analisi della sicurezza – monitorando proxy, VPN e DNS per aiutare a colmare questo divario: sarai in grado di vedere quando un aggressore sfonda una VPN, ricevere avvisi quando i dati sensibili vengono caricati su siti web esterni e altro ancora. Guarda come funziona con una demo 1:1 – e scopri come Varonis aiuta a proteggere i tuoi dati dagli attacchi perimetrali.

Altro da esplorare

Betfair ha ottenuto la licenza per operare in Colombia

A settembre 2021, saranno cinque anni e quattro mesi da quando il regolatore locale del gioco d’azzardo ha iniziato ad autorizzare operatori terzi ad offrire il gioco online all’interno del territorio colombiano. piattaforme come Betfair hanno 3,8 milioni di giocatori registrati nella nazione.